Della pena

30x40

Immaginando una croce greca, metto sul braccio orizzontale la felicità, che percorro come una strada in pianura, avanti e indietro, leggera. Sul braccio verticale metto invece la pena, che chiede cadute rovinose da cui rilanciare risalite. La pena è amara, ma pulisce e spesso apre al mondo più dell’allegria, che fa l’uomo sazio. Al centro della croce, dove la felicità e il dolore si incontrano, l’arte attecchisce nelle sue forme più nobili, rendendo possibile e anzi necessaria la coesistenza degli opposti. Le nature malinconiche salgono e scendono lungo la via verticale, lasciando code luminose di nostalgia e speranza.
Ho raccolto poche riflessioni di autori che desidero condividere con voi, e che hanno accompagnato la nascita di molti miei dipinti.

‘Colui che soffre fortemente vede dalla sua condizione, con una terribile freddezza, le cose al di fuori: tutte quelle piccole ingannevoli magie in cui di consueto nuotano le cose, quando l’occhio dell’uomo sano vi si affissa, sono invece per lui dileguate; anzi egli si pone dinanzi a sé stesso privo di orpelli e di colore. Ammesso che sia vissuto fino a quel momento in qualche pericolosa fantasticheria, questo supremo disincarnarsi attraverso il dolore è il mezzo per strapparlo ad essa, e forse l’unico mezzo.’ (Nietzsche)

‘Un dolore autentico, indiscutibile, è capace di rendere talvolta serio e forte, sia pure per poco tempo, anche un uomo fenomenalmente leggero; non solo, ma per un dolore vero, sincero, anche gli imbecilli sono diventati qualche volta intelligenti, pure, ben inteso, per qualche tempo’. (Dostoevskij)

‘È la cognizione della morte, insieme con la vista del dolore e della miseria della vita, che ha senza dubbio dato l’impulso più forte alla riflessione filosofica e alle spiegazioni metafisiche del mondo. Se la nostra vita fosse senza fine e senza dolore, a nessuno forse verrebbe in mente di domandarsi perché il mondo esista e perché sia fatto proprio così’. (Schopenhauer)

‘La neve silenziosa del pensiero si scioglie senza una sola possibilità di attecchire. Nessuno ha la minima idea di dove siamo. Le porte sull’assenza di luogo si moltiplicano e il presente è così distante, così profondamente distante.’ (M. Strand)

‘L’arte non ha fatto che mostrarci il turbamento in cui spesso ci troviamo. Ci ha recato angoscia invece di calma e silenzio. Ha dimostrato come ciascuno di noi viva su un’isola diversa, e tuttavia ogni isola non è abbastanza lontana dall’altra perché si possa restare in tranquilla solitudine. Uno può disturbare l’altro, terrorizzarlo, perseguitarlo; nessuno, però, può aiutare nessuno. Da un’isola all’altra resta solo una possibilità: affrontare il pericolo di un salto in cui si mette a rischio molto più che le gambe. Un perenne ridicolo saltellare avanti e indietro affidato al caso; e accade che due, con un balzo spiccato nello stesso istante, si incontrino a mezz’aria e dopo tanta fatica ricadano, l’uno dall’altro di nuovo lontani.’ (Rilke)

‘Estranei si va pascolando per luoghi in cerca di pastura, ma se i piaceri potessero parlare direbbero com’è deserto il mondo.’ (Celati)

‘Le manifestazioni umane del dolore sono quasi sempre più nobili che non le manifestazioni di gioia: nel dolore l’uomo anche volgare si affina un poco o, se si ribella, alza in ogni modo il capo verso il Mistero. Nella gioia, invece, facilmente si degrada, chiude gli occhi, dimentica ogni domanda sul Tutto di cui è parte.’ (S. Aleramo)

‘Perciò dobbiamo incontrarci da lontano, tu lì io qui, lasciando solo socchiusa la porta degli oceani, e la preghiera, e quel bianco nutrimento che è la disperazione.’ (E. Dickinson)

‘Oh, misera mia vita fortunosa. /Mai ebbi ventura /se non nella disgrazia, /nessuna gioia potei delibare /senza veleno. /Ho da temere il meglio, /ch’è nemico del bene. /E solo nel maltempo è la mia speme.’ (V. Cardarelli).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...